la Milano di Tiago #31
giugno 12, 2019
Jodok Summer Bar | Luglio
giugno 21, 2019
56592036_10157111161202733_1752087129074171904_n

Ciao sono Tiago. Ciao Milano distratta.

C’è caldo c’è?…e la settimana prossima dovrebbero aumentare i gradi.

Personalmente amo questo caldo, amo l’asfalto che cede lentamente sotto i piedi e la città d’Estate quindi non troverete mai da me una lamentela su questo clima. Maggio e Giugno probabilmente sono i mesi migliori, poi a Luglio cominciano le fughe di massa nei weekend che culminano con un Agosto che permette alla Città di raggiungere massimi livelli di calma e rilassatezza a patto di non farsi prendere dallo sconforto e avere un po’ di riferimenti e la voglia di rallentare. Che poi Milano è strana. John Foot, storico britannico specializzato in storia italiana, prima della rivalutazione mediatica di Milano, parlava così della nostra città: “Milano è una città piatta. Le sue uniche colline sono artificiali, come il Monte Stella, la “montagnetta di San Siro” creata con le macerie di guerra, o i terrapieni dei ponti ferroviari. In teoria, lo sguardo dovrebbe riuscire a spingersi fino a molti chilometri di distanza, ma altre caratteristiche di Milano vi si oppongono: la nebbia d’inverno, la foschia e l’afa d’estate. Lo spettacolare arco delle Alpi a nord e a ovest di Milano dovrebbe essere il suo orizzonte abituale, ma in realtà le montagne “appaiono” solo qualche volta all’anno. Milano è intimamente legata, nell’immaginario collettivo, al suo clima: la cappa soffocante nei mesi estivi e la nebbia d’inverno. Si dice che un vero milanese nasca “con la nebbia nei polmoni”. Spesso, Milano è letteralmente invisibile, una città in bianco e nero dove pochi, occasionali colori riescono a farsi notare: le diverse sfumature di rosa del Duomo, gli azzurri brillanti dei cieli primaverili. La si ricorda soprattutto come una città grigia, come le sue periferie. Milano viene universalmente considerata una città brutta: la sua bellezza è nascosta, privata, si cela dietro ai portoni sbarrati, negli interni dei cortili, nelle “poche piazze discrete”. Gli amori difficili sono, pero’, quelli che restano più nel cuore perché vanno guadagnati lentamente. Per cui buona Milano estiva.”

La settimana di cui parliamo oggi, invece, è quella che va da oggi, giovedì 20, a mercoledì 26 giugno. E’ la settimana che culmina nel weekend con la Festa della Musica, il “festivalSaturnalia e una serie di compleanni di locali e altre feste.

Ma andiamo giorno per giorno a vedere “que pasa” a Milano.

Giovedì 20 giugno. Fuoricinema (da giovedì a sabato). E’ una la maratona no-stop di incontri e proiezioni, gratuito, fino ad esaurimento posti. Dal 20 al 23 giugno al Chiostro dell’Incoronata e in Anteo Palazzo del Cinema. Per questa quarta edizione Fuoricinema apre alle serie tv, proponendo un fitto programma di anteprime cult, alcune in arena, altre dentro le sale del cinema. Per saperne di piu’ date un occhio al programma. 15 anni di Gattò! Dalle 19:00 alle 23:00 il locale in Via Castel Morrone festeggia i suoi 15 anni con musica, birrette e cibo. Non abbiamo indicazioni particolari su quello che succederà, ma se siete dei fedeli dei live del lunedì o presi bene dalle loro proposte culinarie è il momento di festeggiarli. Milano Sushi Festival (da mercoledì a domenica), prendi il Sushi e il Palazzo della Regione. Ne viene fuori Milano Sushi Festival. Che poi non ci sarà solo sushi. L’ingresso è completamente gratuito. Per mangiare chiaramente si paga. Come? Tutte le proposte potranno essere acquistate tramite gettoni. 1 gettone vale 2€. Il menù comprende una vasta proposta gastronomica con piatti che vanno da 1 a 10 gettoni. Anche qui date un occhio al programma dell’evento. Saturnalia (da giovedì a sabato fino al mattino), chiaramente a Macao. Organizzato per la prima volta 5 anni fa dal Tavolo Suono di Macao, Saturnalia si definsce così… «Macao non è un club / Saturnalia non è un festival e non è un rave / non abbiamo bisogno di divisioni tribali». Auto-organizzazione, condivisone, libera espressione artistica, inclusività e uguaglianza questi i principi di fondo. Quest’anno il festival durerà tre giorni e vedrà coinvolti tutti gli spazi di Macao, dai sotterranei ai tetti, alle sale, al giardino. Oltre ai live e ai dj set, saranno molti i talk e workshop e al centro ci sarà il suono vissuto a 360 gradi, con i pro e i contro. Pro…possibilità di vedere cose nuove, contro… rendere la cosa di difficile comprensione e cadere nello sperimentale spinto. Che dire? Ho ricordi confusi su Saturnalia, qualcuno mi ricorda che gli anni scorsi mi lamentai del fatto che fosse troppo sperimentale. Io ricordo poco, anzi no mi ricordo un’edizione non male, poi un’altra in cui sono arrivato la mattina diretto dal Sonar di Barcellona e lì c’erano i cadaveri, ma è anche vero che era già domenica mattina. Probabilmente un salto lo farò, magari sabato sera. Ingresso 5 euro giovedì e poi sempre 10. Qui il, piu’ o meno, programma: https://www.residentadvisor.net/events/1248714 . Live di Mecna al Castello Sforzesco per l’Estate Sforzesca, dalle ore 21. Ho avuto grande passione per gli album “Laska” e “Lungomare Paranoia” di Mecna e nel secondo ero un po’ in paranoia pure io. Se non lo conoscete sentitevi “31/08” o “31/07”. Da lì, se vi piace approfondite.

Venerdì 21 giugno. La Festa della Musica è uno di quegli eventi che invade confusamente la città e che normalmente ci si perde perché ha troppe cose qua e là che non permettono di affermarne l’identità. Tra gli eventi in programma pero’ sappiamo che c’è la prima edizione di Love Music Park, manifestazione a ingresso gratuito in programma da venerdì a domenica al Parco Forlanini. Tre giorni di musica, arti varie e street food. Venerdì 21.06 (dalle ore 15.00) Alex Neri b2b Stefano Fontana (Stylophonic), Stefano Noferini e Hito, De La Swing, FlashMob e Supernova. Sabato 22.06 (dalle ore 17.00) United Deejays, Mattn, Djs From Mars, Marnik, Cristian Marchi, Angemi, Big Fish, Rudeejay, Michael Feiner, Tredici Pietro, Killercatz, Sunstars, Promisedland, Dejack e Ricky J. Domenica 23.06 (dalle ore 12.00) Holi Dance Festival, il festival dei colori, Laioung, Highsnob, Davide Locatelli, Provenzano Dj, Luca Testa, Shorty (m2o), Kharfi, Da Brozz, Dj Aniram, Matteo Epis ed Edo Munari e Orobianco. Ne conosco pochi e mi sembra tutto abbastanza commerciale, ma vedete voi. Tredicesimo compleanno dell’Elettrauto, il locale di via Cadore, che prende il nome dall’ex-officina di cui ha preso il posto, festeggia i suoi 13 anni tra assaggi di finger food e tanta musica dal vivo. Come ogni anno in regalo l’immancabile t-shirt, diventata ormai marchio di fabbrica della festa. Credo di averne un paio a casa delle edizioni precedenti. Come si svolgerà la serata? Alle ore 19.00 sul palco, allestito per l’occasione al centro del locale, jazz live con la Frigia’s Band, a seguire indie rock con i Moonage e in chiusura la musica di Gianluca Testa. Di fronte al locale invece il Tango illegal. In mezzo tanto da bere. Poi come detto Saturnalia 2019 (fino a sabato), Milano Sushi Festival (fino a domenica) e Fuoricinema (fino a domenica).

Sabato 22 giugno. Figli delle Stelle al Love di via Melzo. Che dire? Un ottimo posto se non volete sbattervi troppo a decidere dove andare, una sicurezza, birrette, gin tonic e Giuni Russo da ballare. Musica sempre di Andrea Amici aka Mr “You’ll Never See Me On A Sunday”. Il quarto compleanno della Ribalta. Il birrificio in Bovisa festeggia il quarto anniversario con una giornata interamente dedicata alla musica. Dalle 12.00 grigliata open air con il live dei Jazz Lag Trio. Da lì birrette a ripetizione fino alla sera con il concerto rocksteady dei Jamaican Mood e poi dj set vinilico dei Mokambo Brothers. Festa della Musica a Cascinet. Ingresso Gratuito sabato e domenica, dalle 16.00 alle 22.00. Cibo, un market, artisti di strada e riti (?). “Se vuoi ballare a piedi nudi, sorseggiare un aperitivo al tramonto, cenare al chiaro di luna, rilassarti con un massaggio, chiacchierare al parco con gli amici etc”. Vedete il programma anche dei dj set e dei concerti e prendete sole e sorrisi. Poi sempre Saturnalia 2019 (fino a sabato), Milano Sushi Festival (fino a domenica), Fuoricinema (fino a domenica), La Festa della Musica al Forlanini (fino a domenica) e Festa della Musica a Cascinet (venerdì e sabato).

Domenica 23 giugno. Jazz al Chiosco di Pippo (Giardini Montanelli), come ogni domenica “Il Chiosco di Pippo” ospiterà l’aperitivo domenicale con musica live. Questa domenica live gli “ELECTRIC GARDEN BAND”. Ghostown FreeRide a Consonno. Rubiamo la segnalazione agli amici di Indie-Zone e proponiamo un’uscita domenicale per andare a Consonno e, per una volta, non per un’esplorazione nella città fantasma. Citandoli… “Longboard downhill, skateboard, contest, live music, street art, birrozze, foodtruck ed espositori ridaranno vita alla misteriosa città abbandonata di Consonno facendo scappare i fantasmi. Un evento che racchiude la mentalità e la cultura skater in due giorni di party dove oltre 120 riderz da tutto il mondo e 9 punk band non faranno mancare crosticine sulle ginocchia, tavole spaccate e tanto pogo”. Da venerdì a domenica. Birrette, esibizioni e live per 3 giorni. Per il programma cercate sull’evento. Poi sempre Milano Sushi Festival (fino a domenica), Fuoricinema (fino a domenica) e La Festa della Musica al Forlanini (fino a domenica).

Lunedì 24 giugno. Organizzato, come sempre, da Sangue Disken, al Gattò live del lunedì dalle 19.00, sempre free. Sul palco Newtone2060 “un turbine ritmico che strizza l’occhio al funk pià destrutturato, inondandolo di saturazioni dub e atmosfere da colonna sonora: uno spettacolo per occhi e orecchie”.

Martedì 25 giugno. Rilassiamoci un attimo.

Mercoledì 26 giugno. PIRATI! al GhePensiMi. Dalle 21:30 capitanati da Gianluca De Angelis, i Senso D’Oppio, Giorgio Verduci, Silvio Cavallo, Fausto Solidoro e Alessio Parenti navigheranno alla ricerca di nuovi orizzonti comici. Start h.21,30,  gratuito e , come sempre, è consigliata la prenotazione.

Il posto della settimana è un posto che non conosco, ci sono solo passato davanti, ma vorrei andarci prossimamente. Après-coup Milano in zona Porta Romana. Nel loro sito si descrivono come bistrot, proscenio, arte, moda e design. Un po’ locale un po’ galleria d’arte. Due zone separate e collegate. Concerti jazz e spettacoli di teatro. Date un occhio al programma. Magari ci si incrocia lì.

La canzone della settimana la prendiamo dalla discografia del citato Mecna. “Cerotti“. Base presa da “Open” di Rhye.

 

Come sempre, buona settimana e soprattutto buena onda.

Se volete seguire 300Gr potete trovarci qui: https://www.facebook.com/groups/300Gr/?ref=bookmarks
Troverete tutti i link giorno per giorno su 300Gr. 300Gr è il peso del cuore, 330 per gli uomini e 270 per le donne. 300 grammi è soprattutto un posto in cui segnaliamo quanto succede, secondo noi, di interessante a Milano. 300Gr è un gruppo inclusivo, non una fan page. Se volete entrarci fate richiesta.