la Milano di Tiago #27
maggio 15, 2019
la Milano di Tiago #29
maggio 30, 2019
IMG_20180917_122336_331

Ciao sono Tiago. Ciao Milano distratta.

Oggi sarò molto breve con la mia intro per cui vi lascio giusto una riflessione.

Leggevo l’altro giorno di una ricerca di non so quale Università americana che asseriva che da uno studio, risulta che, mediamente, la gente passa tra il 46 e il 60% del proprio tempo pensando a cose successe nel passato o a prospettive sul futuro. Al di là che detta così pare molto poco empirica… se volessimo dare credito alla cosa dovremmo concludere che circa il 50% del nostro tempo lo passiamo in uno stato di non presenza reale nel qui e ora, ma proiettati in un parallelo mondo di se e magari, tra rimorsi, speranze, timori etc…Se poi andassimo anche a togliere le ore di sonno delle nostre 24 ore il numero di ore in cui rimaniamo veramente presenti al momento scende ulteriormente.

John Lennon disse una volta che “La vita è quella cosa che ci accade mentre siamo occupati in altri progetti”. Forse aveva ragione e forse sarebbe da viaggiare meno con la mente per sentire il reale peso della realtà e delle cose. Era giusto una riflessione. Ma andiamo ai nostri suggerimenti anche perché quello verso cui andiamo è un weekend particolarmente intenso. Il tempo dovrebbe reggere abbastanza e poi ci sono una serie di cose tra cui…

il Miami e Wired Next Fest 2019…e le Elezioni Europee.

Ma andiamo con ordine. Il Miami torna imperterrito, io è da un paio di edizioni che salto e penso che anche quest’anno non ci sarò, pero’ la tre giorni di musica indie (si dice ancora indie?) di stanza al Magnolia prosegue e pare con successo. Si parte venerdì con una scaletta particolarmente young (i vari trappettoni Chadia Rodriguez, Ketama126, Massimo Pericolo e Speranza) e si arriva fino al perenne Luca Carboni passando da i presenzialisti Bugo e Fast Animals & Slow Kids. Cosa vedrei io ? Boh, forse  Nitro, Bassi Maestro, Giorgio Canali  e La Rappresentante Di Lista.

Altra manifestazione che ci dice che si va verso l’estate è il Wired Next Fest 2019 che da sette anni arriva ai Giardini Pubblici Indro Montanelli in Porta Venezia. Un po’ come il FestivalBar, no non esageriamo. Il festival di Wired Italia dedicato all’innovazione è 3 giorni, oltre 150 relatori, concerti, performance artistiche, laboratori di stampa 3D, droni, videogame, film, documentari, maratone di coding e workshop. Il futuro sarà il focus delle tre giornate dell’edizione milanese 2019. Infine le Elezioni per il Parlamento Europeo. Che dire…votate. E ora andiamo nel dettaglio sui singoli giorni della nostra settimana, da venerdì 24 a mercoledì 29 maggio.

Se abbiamo già detto che comincia il Miami e il Wired Fest, Venerdì comincia anche la due giorni di Base MiVino 2019 la mostra mercato dedicata ai vini biologici e naturali che si terrà a BASE Milano. 100 vignaioli, oltre 400 etichette disponibili e un programma fatto di incontri, presentazioni, degustazioni e concerti, il tutto all’insegna del vino. Ingresso libero con calice per le degustazioni a pagamento. L’ingresso con il bicchiere dà diritto alla degustazione dei vini presso tutti gli stand. Venerdì 24 arriva anche la quarta edizione del festival shoegaze italiano, al Circolo Ohibò, In a State of Flux Festival. La migliore scena italogaze si ritrova nel circolo di via Benaco. Sul palco Plateaux, Red Mishima, The Backlash, Rev Rev Rev e a chiudere Depo dj set. Sempre venerdì torna Happy House all’Ostello Coconat, in via Vitruvio, zona Stazione Centrale. Nel salotto vittoriano con giardinetto djset rock ’60/’90 – new wave – indie – elettronica. Free Entry con tessera (6 euro cons consumazione). Al Ligera in via Padova, infine, live de I Briganti con il loro concerto tarantolato. Dalle 22.00. Contributo per il concerto: 5 euro.

Sabato 25 vede due pomeridiani, l’ultima puntata per questa stagione di Acquario, al Masada (dalle 16.00) e Discoliebe (sempre dalle 16.00) a Labrutepoque. Daytime, open air & disco music. Ingresso 5€ – tesseramento obbligatorio AICS. La sera invece segnaliamo due live. Il primo al Garage Moulinski, dalle 21.30, con un tributo a Elis Regina, la più grande interprete di musica brasiliana mai esistita, storia della musica carioca. Il Brasile di Elis” con Patrizia Di Malta insieme a jazzisti di fama internazionale. In Cascina Martesana, invece, live dei Studio Murena, dalle 21.00, gruppo jazz hip-hop con un sound ricco di sfumature e contaminazioni: elettronica, rock, minimalista, Funk e soul. Non li conosco. Abbiamo anche due eventi più particolari sabato ed entrambi in Santeria di Viale Toscana 31.

Prima, dalle 11.00 alle 16.00 TEDxDarsena | L’etica di domani, 30 euro l’ingresso. 7 speaker d’eccezione per l’evento TED che si presenta così: “In ogni istante lo sviluppo tecnologico apre una nuova porta: milioni di futuri da possibili diventano così realtà presenti e quotidiane. È facile varcare queste soglie a occhi chiusi e senza pensarci troppo, ma nessuna porta è neutra: un limite non può mancare”. Dalle 21.00, invece, Lo Sgargabonzi – XXII Convegno mondiale sulla Satira, entrata a 12 euro. “Una serata straordinaria dedicata alla satira e al suo linguaggio, la semantica, gli archetipi, la satira come strumento scomodo per il potere, da Plauto a Charlie Hebdo passando per Paperoga e Galeazzo Ciano”. Questo almeno quanto dice l’evento. Infine a Macao, dalle 18.00 in poi, SAUNA #16 wc Dinamarca, Sonia Garcia, Nahshi e Miss Jay. Ingresso con € 5. Non ho idea di chi siano. In caso cercate su Soundcloud.

Domenica 26 due proposte per quella che dovrebbe essere una giornata di sole. Torna, come ogni anno, il Garage Market delle Gemelle e Festa delle Fave alla Balera Dell’Ortica, dalle 12.00 a mezzanotte. Mercatino dell’usato, cibo e dabbbbere e Musica con DJ and Live Band Swing From 30’s to 50’s. In zona Lambrate Ventura, in Villa Bombelli, Giardino Ventura 12 arriva, invce, il diurno di Buka. Dal pranzo alla notte, 11 ore di festa domenicale con Velasco, l’ australiano River Yarra, il live di Rizan Said, il dj-set di Sangeet e del sempre presente Tagliabue. Ingresso: 5€ fino alle 15:30 e dopo 10€ Ridotto / Buka Club Members 15€ Intero. E non dimenticate che domenica finisce anche la due settimane di Biennolo, la Biennale artistica di Nolo, se non siete passati fateci un salto.

Lunedì 27 è per una volta il giorno in cui non segnaliamo nulla perché, udite udite, martedì c’è qualcosa.

Martedì 28 al Nidaba concerto dei Teka P, dalle 22.00. Se siete milanesi o vivete a Milano da un po’ di tempo probabilmente li conoscerete almeno di nome. Ad ogni modo se voleste fare un tuffo nella milanesità i Teka P sono conosciuti per il fatto di riproporre la canzoni di alcuni dei più famosi musici milanesi…Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Cochi e Renato, Nanni Svampa, Dario Fo, Walter Valdi.

E anche per mercoledì 29 non segnaliamo nulla, ma qualcosa uscirà sicuramente.

Il posto della settimana è per una volta non un locale, ma una piazza che ho scoperto recentemente. Che poi forse piazza è eccessivo, diciamo uno slargo. Piazza degli Artisti, detta anche Piazza Cotoletta per il colore della pavimentazione. Siamo in zona Viale Monza/Centrale o se preferite NoLo, dietro via Oxilia. Qualche panchina, due alberelli e un bangla che vende birre. Un buon posto ber bersi birrette all’aperto con gli amici portandosi magari una cassa bluetooth, fa molto peruanos, ma fa molto bene.

La canzone della settimana è “Cualquier Otra Parte” degli spagnoli Dorian. Buon ascolto.

Come sempre, buona settimana e soprattutto buena onda.

Se volete seguire 300Gr potete trovarci qui: https://www.facebook.com/groups/300Gr/?ref=bookmarks
Troverete tutti i link giorno per giorno su 300Gr. 300Gr è il peso del cuore, 330 per gli uomini e 270 per le donne. 300 grammi è soprattutto un posto in cui segnaliamo quanto succede, secondo noi, di interessante a Milano. 300Gr è un gruppo inclusivo, non una fan page. Se volete entrarci fate richiesta.