Sarah Stride | 04.04 | BIKO
aprile 3, 2019
Flug Market | NUOVA DATA 28 aprile
aprile 10, 2019
18033381_10155204009027733_5529196764099979753_n

Ciao sono Tiago. Ciao Milano distratta.

La settimana scorsa abbiamo parlato delle piccole cose che rendono felice. Questa settimana avevo pensato di elencare le cose insopportabili, ma poi mi sono chiesto che senso avesse. E la risposta è nessuno.

Ha senso impegnare del tempo per parlare di cose che si vogliono evitare? Non è meglio concentrarsi sulle cose belle che perdere tempo con quelle che ci inacidiscono. Quindi andiamo avanti con argomenti piu’ interessanti che il tempo è denaro. Parliamo quindi di tempo che di denaro si parla troppo anche quando bisognerebbe parlare di altro. Partiamo da una riflessione molto conosciuta di José Mujica, politico uruguaiano nonché ex Presidente della “Svizzera Sudamericana”. “La mia idea di vita è la sobrietà. Concetto ben diverso da austerità, termine che avete prostituito in Europa, tagliando tutto e lasciando la gente senza lavoro. Io consumo il necessario ma non accetto lo spreco. Perché quando compro qualcosa non la compro con i soldi, ma con il tempo della mia vita che è servito per guadagnarli…“Se non puoi cambiare il mondo, puoi cambiare te”.

Il discorso in sé non fa una piega ed è un buon monito a un approcio consumistico alla propria vita perché prevede un conto salato pagato nel tempo e senza rendersene conto, una lenta privazione della libertà. Non entriamo, invece, sul discutibile suo mandato non sempre così illuminato da Presidente dell’Uruguay.

Chiudiamo, quindi, citando un verso di Rudyard Kipling con il suo If.

Se puoi sognare, senza fare dei sogni i tuoi padroni || se puoi pensare, senza fare dei pensieri il tuo scopo || se sai incontrarti con il Successo e la Sconfitta || e trattare questi due impostori allo stesso modo…Se riesci a riempire ogni inesorabile minuto dando valore a ognuno dei sessanta secondi, tua è la Terra e tutto ciò che contiene e, cosa più importante, sarai un Uomo, figlio mio.”

Ora andiamo su qualcosa di piu’ pratico e parliamo della nostra settimana. Si comincia con Giovedì 4 Aprile. Negli spazi di Radio Popolare in via Ollaro va in scena Burlexotan, dalle 21 alle 23. 9 comedians porteranno in scena le loro performance comiche, il tutto in diretta radio. Al Garage Moulinski invece arriva il tango, dalle 21.30, contributo di 7 euro. Un trio voce-piano-fisarmonica farà fare un viaggio tra i classici della tradizione argentina con qualche divagazione jazz. In Santeria “grande” invece arrivano gli Eugenio in via Gioia. Personalmente li conosco poco e non sono il mio genere, ma pare che stiano raccogliendo buoni riscontri. Oltretutto il concerto pare sia sold out.

Venerdì 5 Aprile se vi sentite affamati e non siete vegetariani arriva il festival degli Arrosticini alla Cascina Merlata. Migliaia di arrosticini di pecora abruzzesi doc cotti sulle fornacelle a brace di legna su fuoco vivo. In abbinamento fritti, fiumi di birra e vino. Per la cronaca il Festival dura da giovedì a domenica. Se pero’ cercate musica Massimo Martellotta, chitarra e tastiere dei Calibro 35, presenta il suo progetto solista One Man Sessions nello spazio di Germi, mentre al Cox l’americano Bênní liveggia tra suoni synth e 8 bit. Cambiamo zona, andiamo in Bovisa e Bob Corn trasforma la Scighera nel Missouri con il suo folk. Al Bellezza arriva, invece, quel che resta di Rino Gaetano. Sfiorivano le Viole: Una Notte per Rino Gaetano. Sul palco la band Vino Raro, porta nel circolo di via Bellezza una miscela in chiave reggae reinterpretando i brani del grande genio della canzone italiana. A rischio sacrilegio. Ingresso con tessera Arci. Infine al Biko i Mokambo Brothers e Steve Dub ritornano con Space Jam, il party hip hop & funk per eccellenza, dalle 22.00 (5 euro + tessera).

Sabato 6 Aprile si comincia con due pomeridiani, ballando. Buka con Aperiafter nella location di via Boffalora. Dalle 16.30 a mezzanotte. In consolle Tagliabue e, come special guest, Alicia Carrera. Stesso orario, ma location diversa per il pomeridiano Closer. Qui siamo al Masada e in consolle, oltre ai resident, il live di Kas:st e il dj set di Raär. Arriviamo alla sera. Si comincia soft al GhePensiMi con la musica raccontata, Davide Verazzani racconta Let It Be. Perché? Perché è un disco sorprendente nonostante sia nato in situazioni non facili. Ultimo disco pubblicato, ha avuto 3 produttori diversi e sovraincisioni successive. Verrà proiettato anche un 40 minuti di film sui Beatles. Per appassionati del genere. Dalle 21.30, free, sempre meglio prenotare pero’. Al Tunnel si suona. Live elettro con i HVOB. Il duo austriaco, votato come uno dei migliori live act al mondo, presentano l’ultimo album Panama. Torna ormai in pianta stabile invece l’appuntamento Figli Delle Stelle al Love di via Melzo. Andrea Amici in consolle e bombe gin tonic sull’asfalto di fronte al bar afro della via piu’ affollata della zona. Se invece volete fare notte due sono gli appuntamentiimpegnativi” trovati. Al Macao torna la techno dopo un periodo di “riabilitazione”. Tornano i ragazzi di Communion, fino alle 04.00. Entrata 5 euro. In Mecenate (mecenate 88) arriva DOGS, DOGS Mesurer l’Art per festeggiare la Milano Art Week. Special guest Barker, tessera di socio + 10 euro per entrare e si va avanti fino alle 05.00.

Domenica 7 aprile segnaliamo due appuntamenti. In Santeria Toscana arriva la nona edizione della convention di illustrazione legata al circuito punk e alle autoproduzioni. Filler Women Edition. Nuova location invece per i ragazzi di Millesuoni con il loro quarto appuntamento. Questa volta si parla di bondage e estetica cyberpunk e la serata si chiama La Dea Elettrica. Dalle 17.00 alle 23.00. Sonorità techno e performance bondage di Miss Mukade. Entrata con offerta libera.

Lunedì 8 aprile ci si riprende dal weekend e soprattutto dal lunedì con il live di Hofame al Gatto’Musica&Cucina. Sempre dalle 19.00. Free accesso.

Martedì 9 aprile come al solito c’è incertezza. Io vado a yoga poi al massimo mi bevo una birra.

Mercoledì 10 aprile torna il Super Slam di Poesia con le Semifinali del Torneo della Santeria in via Paladini con 3 Master of Ceremonies d’eccezione, Passoni-Tricarico-Agrati. Dalle 19.00.

E intanto è cominciato il Salone del Mobile e il Fuorisalone, ma di questo parleremo la settimana prossima.

La canzone della settimana è di Leon Benavente, Ser Brigada. Una canzone desertica in vista di un viaggio nel deserto di Almeria.

Come sempre, buona settimana e soprattutto buena onda.

Se volete seguire 300Gr potete trovarci qui: https://www.facebook.com/groups/300Gr/?ref=bookmarks
Troverete tutti i link giorno per giorno su 300Gr. 300Gr è il peso del cuore, 330 per gli uomini e 270 per le donne. 300 grammi è soprattutto un posto in cui segnaliamo quanto succede, secondo noi, di interessante a Milano. 300Gr è un gruppo inclusivo, non una fan page. Se volete entrarci fate richiesta.