Elephant Claps | 08.03 | Santeria Social Club
febbraio 19, 2019
UNA | 23.03 | Mare Culturale Urbano
febbraio 26, 2019
18010318_10155204008467733_682195537375262295_n

Ciao sono Tiago. Ciao Milano distratta.

Nuova settimana sotto il cielo di Milano, un cielo eccezionale. E si sa il sole porta felicità. Abbiamo mai parlato degli ormoni della felicità e di come hackerarli? Pare che la felicità venga dal 60% da nostra attitudine e dal restante 40% da processi chimici quindi indotti da una serie di reazioni indotte. Non a caso le droghe, alcune droghe, puntano su quello per creare uno stato di pace, serenità e fratellanza. Semplicemente producono ormoni della felicità in grande quantità anticipando quelli dei giorni a venire con la conseguenza di creare carenza i giorni successivi, da qui il down post sostanze.

Ma torniamo agli ormoni della felicità e ai trucchetti per sfruttarli al massimo. La serotonina è la più famosa di tutti, ma ci sono anche le endorfine, la dopamina e l’ossitocina. Tutti sono collegati ai recettori che si trovano sulla superficie del cervello e regolano quindi il dolore, la gioia e gli stati d’animo.

E quindi ecco il Vademecum della felicità. La serotonina è l’ormone del buonumore e si aumenta mangiando cose tipo cioccolato fondente, banana e ananas, le verdure a foglia verde e tanto altro e soprattutto facendo attività fisica.

La dopamina è l’ormone del piacere, quindi quando fai qualcosa che ti piace, la dopamina lo segnala al cervello e lo spinge a ripetere il meccanismo che è fonte di piacere. Quando il livello della dopamina è basso, si può cadere nella tristezza o nella depressione. Si aumenta mangiando cose tipo banane, mandorle, semi di sesamo e di zucca…e aumentando le attività gratificanti. Raggiungere obiettivi e la stessa musica che piace incrementa la dopamina.

L’ossitocina è l’ormone della tenerezza e della tranquillità e si incrementa passando del tempo con le persone che ami e apprezzi e soprattutto aumentando il contatto fisico.

Le endorfine infine sono neurotrasmettitori e sono più potenti persino della morfina, sono come morfine prodotte dal nostro organismo. Una forte emozione o un allenamento intenso possono provocare il rilascio di endorfine.

Infine citiamo la melatonina, che non è un ormone della felicità, ma è l’ormone del sonno e gioca un ruolo fondamentale sullo stato umorale e la condizione psicofisica. Esporsi alla luce naturale, meglio del sole, ridurre lo stress, evitare di fare le ore piccole e una alimentazione ricca di nutrienti sani (vegetali a foglia verde, carni magre, pesce, cereali integrali, frutta secca..) ne incrementano i livelli.

Hackeriamoci. Fare cose interessanti, vedere cose nuove e aprirsi alle novità è una delle cose che piu’ aiuta il mantenimento di alti livelli di felicità. Oltre che di consapevolezza…quindi ecco un po’ di suggerimenti. Parliamo della settimana da giovedì 21 a mercoledì 27 febbraio.

Giovedì 21 ritorna I Boreali Festival al Teatro Parenti, il festival italiano dedicato alla cultura nordeuropea. Dal 21 al 24 febbraio tornano i giorni dedicati alla cultura nordica… incontri con gli scrittori, film in lingua originale sottotitolati, musica&concerti e piatti dagli Stati spesso innevati. Per gli appuntamenti piu’ interessanti vi rimando all’evento su fb. Sempre giovedì alla Santeria Social Club live di DiMartino, 15 bombette. Da capire. Se volete qualcosa di piu’ concettuale, all’Hangar Bicocca il compositore David Toop, la compositrice elettronica Lucie Štěpánková e il sassofonista John Butcher sperimentano una corale all’interno della mostra “Igloos” di Mario Merz, insomma un casino con possibili interessanti prospettive. Più facile e piu’ immediato quel furbone di Nicola Cruz ai Magazzini. Prendi una tradizione latinoamericana, studiane gli strumenti, la storia e i riferimenti tribali, poi rubacchia, looppa e remixa il tutto nel periodo in cui anche la cumbia è diventato un must. Beh a quel punto sei Nicola Cruz.

Venerdì 22 al Cox 18 i Movie Star Junkies. Conosco poco, ma me li cita Indie-zone e mi fido e poi il Cox è sempre una buona soluzione senza troppo impegno.

Sabato 23 il pomeriggio comincia con Closer (35esima edizione), il pomeriggio techno del Masada, dalle 16 a mezzanotte abbondante. 12€ di ingresso e 12€ di tessera da fare online almeno 48 ore prima. Per la serata torna invece la serata Discoliebe a Labrutepoque con Tabu. Discomusic e dintorni nel clubbino più piccolo di Milano. Ingresso 5€ più tesseramento obbligatorio AICS 5€. Per la serie “cose diverse” alla Centrale dell’Acqua di Milano Reading di Massimo Zamboni (ex CCCP e CSI), storia di due musicisti e una zattera in viaggio sul Po. Al Ligera in via Padova invece i concerti di Notr, Bad Frog e Tegolini, rock e birrette. Teatro? Qualcuno ha detto teatro..e via di Improvvisazione. La Scuola del Vigentino porta in scena il Match D’Improvvisazione a tema musicale canoro dalle 21.00 alle 23.00 al Barrio’s. Come funziona un Match di Improvvisazione Teatrale? L’ambientazione: quella di una partita di hockey su ghiaccio, sport nazionale canadese (paese dove nasce l’Improvvisazione Teatrale nel ‘77). Lo spirito: quello di una competizione artistico/sportiva fra due squadre di giocatori/attori che si contendono la vittoria in 90 minuti di “gioco” divisi in due tempi. Il pubblico: vero protagonista della serata che suggerisce i temi all’arbitro, vota dopo ogni improvvisazione per l’una o per l’altra squadra determinando l’andamento del match e esprime il proprio dissenso lanciando ciabatte all’arbitro. Un maestro di cerimonia spiega le varie fasi del gioco e un musico improvvisatore crea le giuste atmosfere. Ingresso: 12 €, per prenotazioni invia una mail a prenotazioni@teatrodelvigentino.it . Infine al Cox in via Conchetta live di Calice aka Cal + lo storico Ice One (ex Colle der Fomento e ex Dj Sensei) e DJ Set strictly Hip Hop underground di Hip-Hop RooM versione export con sempre Ice One ai controlli. Muovere i culetti.

Domenica 24 tornano i ragazzi di MilleSuoni. Il collettivo milanese cambia le carte in tavola. Dopo la proiezione sulla cultura del club berlinese e la mostra sulla cultura rave fatti nell’open space di via Padova, si spostano in località segreta per mettere in scena Le maschere di Dioniso, uno spettacolo teatrale techno. Cito testualmente “Millesuoni celebra uno degli dèi più antichi dell’umanità, Dioniso, il Dio dell’ebrezza, invitando tutti voi a condividere un momento di arte performativa e musica techno, di tec(h)nologia e ritualità”. E poi sono amici…

Lunedì 25 siamo un po’ scarichi, ma qualcosa uscirà, se no andate in palestra o riposatevi che è solo lunedì.

Martedì 26 i ragazzi del Poetry Slam portano il loro Torneo all’Après-coup Milano, un locale di cui abbiamo parlato su 300Gr, ma in cui non sono ancora mai stato. Questa potrebbe essere l’occasione. Il Poetry Slam è una gara a colpi di poesia, le regole sono semplicissime. Tre minuti a testa per leggere una propria poesia, no costumi, oggetti di scena e basi musicali, la giuria composta da 5 persone del pubblico.

Mercoledì 27, infine, concerto dei “I hate my village” alla Santeria Social Club, prezzo in prevendita € 14 con prevendita. IHMV sono Rondanini (Calibro 35, Afterhours), Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion) e Ferrari (Verdena).

Il posto della settimana è la Trattoria Hua Cheng in via Giordano Bruno. Niente di originale, ma oggi sono a corto di fantasia ed ero lì ieri sera. Cinese molto casalingo, uno dei piu’ storici e conosciuti di zona Sarpi. Qualche piatto piu’ inusuale e una bella atmosfera. Andate presto o tardi e, in caso, accettate di fare la coda se siete motivati, il posto è piccolo e fitto fitto.

La  canzone della settimana è Ceu Azul di Charlie Brown Jr che “Não importa qual seja o dia, Vamos viver, vadiar, O que importa é nossa alegria”.

Come sempre, buona settimana e soprattutto buena onda.

Se volete seguire 300Gr potete trovarci qui: https://www.facebook.com/groups/300Gr/?ref=bookmarks
Troverete tutti i link giorno per giorno su 300Gr. 300Gr è il peso del cuore, 330 per gli uomini e 270 per le donne. 300 grammi è soprattutto un posto in cui segnaliamo quanto succede, secondo noi, di interessante a Milano. 300Gr è un gruppo inclusivo, non una fan page. Se volete entrarci fate richiesta.