la Milano di Tiago #15
gennaio 31, 2019
i Boreali Party 2019
febbraio 12, 2019
37512097_10156531004442733_3695658825215377408_n

Ciao sono Tiago. Ciao Milano distratta.

La settimana che entra è la settimana del Capodanno Cinese e di Sanremo quindi concentriamoci sul Capodanno Cinese. Finisce l’Anno del Cane e inizia l’Anno del Maiale. AUGURI. Secondo lo zodiaco cinese ci apprestiamo ad entrare nell’Anno del Maiale di terra, che chiude il ciclo dei 12 segni. L’anno prossimo si ricomincerà con l’Anno del Topo…Chi è nato sotto il Maiale pare sia…non troppo astuto, sbadato e pigro. Di buono pare sia leale, onesto e pacifico. Il maiale è comunque un simbolo di ricchezza e prosperità nella tradizione dello zodiaco cinese. Per capire se siete del Maiale Google è a vostra disposizione.

Ma arriviamo alla parte più interessante. Capitolo usi e costumi. La grande differenza nella celebrazione cinese con qualunque celebrazione europea è l’utilitarismo e il profitto che si può ricavarne festeggiandolo nel modo giusto. Secondo la tradizione cinese, infatti,  i giorni di festa non sono importanti per festeggiare e rilassarsi, ma soprattutto perchè potrebbero avere un impatto sul futuro di ogni singola persona. Questo seguendo delle pratiche regole in quei giorni. Vediamole brevemente. Per evitare sfighe nell’anno entrante per i cinesi devi…

  • Non fare regali in multipli di 4. Il 4 si pronuncia come la parola “morte” in cinese e porta sfortuna.
  • Non vestirsi di nero o di bianco. Il nero e il bianco sono associati a lutti o a demoni considerati sfortunati.
  • Non piangere e non fare piangere gente intorno a te.
  • Non lavarsi i capelli. Il termine “capelli”, in cinese, ha un carattere condiviso con la parola “arricchirsi”. Lavandoti i capelli potresti lavare anche la ricchezza e la fortuna. A voi capire come gestirla.
  • Non pulire casa. Facile questo. Spazzare a terra, come lavarsi i capelli, può essere sinonimo di spazzare via la fortuna.
  • Non prendere medicine o visitare parenti in ospedale.

Il Capodanno Cinese sarà martedì 5 febbraio, ma la parata verrà organizzata in via Paolo Sarpi domenica 10. Ma andiamo con ordine.

Giovedì 7 Febbraio al Ligera in via Padova Ottone Pesante e Petrolio. Il trio sperimentale degli Ottone Pesante con fiati e batteria dal melodico fino all’orchestrale progressivo. Pare interessante. Al Circolo Ohibò live dei Be Forest, qui li vidi a un festival credo 3 anni fa, interessanti.

Venerdì 8 all’Arci Bellezza Che Bellezza Poetry Slam!, prima delle 3 serate (una a settimana, quando? il venerdì). Ogni poeta ha 3 minuti per recitare le sue poesie, mentre la giuria scelta tra il pubblico ha pochi secondi per celebrarlo o massacrarlo. Ingresso a offerta + tessera ARCI 2019. Al Bachelite cLab in Via Vertoiba 3 (Calvairate) Favela Shanti w/ Frank S & Monica Paes, dalle 22.00, contributo artistico 4 euro. Samba, Sambarock, Tropicalia, MPB, Bossa Nova, Funk Carioca, Manguebeat, Baião, drum’n’bass…Se invece volete fare un po’ di chilometri, al Bloom di Mezzago in concerto gli storici Assalti Frontali. Infine chiusura serata-nottata di Venerdì con il terzo appuntamento di Plug In. Techno e red hot zone. In Via Paisiello 4, per l’accesso verrà richiesto di fare la tessera e un contributo di 5€.

Sabato 9 tornano invece “le fiere di paese in versione milanese”, alla Bocciofila Martesana con N’duja Calabra in Festa. Pane fritto con soppressata, maccheroni al forno e ‘ndjua o scialatelli Nduja e patate. Melanzane e peperoni ripiene alla calabrese o salciccia piccante e patate. Dopo la cena live del gruppo folk calabrese Taranticula e alle 22.00 con l’omaggio a Rino Gaetano della band Capofortuna.  5 euro con tessera Acsi (costo tessera 5 euro, valida per tutto il 2019). Ma soprattutto è un sabato per festeggiare i 5 anni di vita di RedRoom, negozio handmade e organizzatore del Sabato di Lambrate. La festa si chiama Il Rito, al Coconut di via Vitruvio 25, ingresso free. Il salottino vittoriano del Coconut Milano si trasforma per una notte nel Great Northern Hotel di Twin Peaks: tra tende rosse e gufi che si aggirano di soppiatto, il Rito si compie, Il Rito…Alle 22.30 live di Davide Gammon feat. Fabrizio Fogagnolo con il loro Blues cinematico. Loop, armonica e chitarra per ballate in penombra. A seguire dj set e low price drinks.

Domenica 10 pomeriggio elettronico al Tempio del Futuro Perduto con SundayPatio. In consolle DIE SEKTE selekted con Andrea Vaccaro, XLIV e AACS (non ho idea di chi siano). E poi come detto il Capodanno Cinese. In via Paolo Sarpi prenderà vita, come ormai da qualche anno, la tradizionale parata in costume, tra dragoni di carta, ombrellini colorati, figuranti, musica e danze tradizionali. Dalle 14 in Piazza Gramsci partirà la sfilata lungo via Paolo Sarpi, già da giorni addobbata con le tipiche decorazioni rosse che in Cina simboleggiano il buon augurio di Capodanno.

Lunedì 11 al Gatto’ in via Castel Morrone, alle 19.00, il live de Il Befolko.

Martedì 12 nulla da segnalare.

Mercoledì 13 terza gara della Santeria Super Slam, in Santeria Paladini 8, il Super torneo di Poetry Slam. Poesia performativa dove i neofiti dello Slam potranno confrontarsi con performer affermati e viceversa. A condurre il trio Passoni- Tricarico-Agrati.

Il posto della settimana è Il Cinemino in via Seneca 6, vicino al Teatro Parenti. Ne parliamo perché riapre il 14 febbraio la sala cinema, forse la più piccola di Milano. Riapre dopo oltre 3 mesi, dopo i lavori di adeguamento e la chiusura dell’anno scorso per contestazione da parte della Annonaria. Sempre con tessera. Tenete d’occhio le rassegne perché il punto di forza è la proposta di film difficilmente trovabili in altri circuiti. Poi in più c’è il Baretto.

La canzone della settimana è Valiente dei Vatusta Morla. “A veces no soy yo, busco un disfraz mejor. Bailando hasta el apagón”. Come sempre, buona settimana e soprattutto buena onda.

Se volete seguire 300Gr potete trovarci qui: https://www.facebook.com/groups/300Gr/?ref=bookmarks
Troverete tutti i link giorno per giorno su 300Gr. 300Gr è il peso del cuore, 330 per gli uomini e 270 per le donne. 300 grammi è soprattutto un posto in cui segnaliamo quanto succede, secondo noi, di interessante a Milano. 300Gr è un gruppo inclusivo, non una fan page. Se volete entrarci fate richiesta.