Flug ai Bagni Misteriosi: il programma | 22/23.12 |
dicembre 19, 2018
tu che cosa fai a Capodanno?
dicembre 31, 2018
543120_557565280926976_233690789_n

era il 23 novembre del 2012. i Distratti erano ancora in fase embrionale, ma c’era fame. una bella fame di conoscenza e di contatto, chiamiamola incoscienza anche se sarebbe troppo facile. erano le nostre prime settimane, i primi passi. era passato da poco il Primo Raduno dei Distratti quando un’amica (che chiameremo ChiaraZ per lasciarle l’anonimato) ci consigliò una band romana, bravissima ma poco conosciuta, che voleva suonare a Milano. i Mamavegas. senza conoscerli dicemmo sì, prodigandoci a trovare un luogo dove farli suonare, senza molto tempo, senza promozione. riuscimmo in tutto aiutati dalla frenesia degli “inizi” e dal Goganga che accettò la proposta di un concerto prima della loro serata danzante.

il concerto è stato il 23 novembre del 2012 e vennero più di 180 amici. la parola amici non è da sottovalutare perchè si trattava proprio di persone sentite una ad una, cui si consigliava il concerto (a ingresso gratuito) perchè “cazzo la band merita e poi la musica emergente va aiutata!“. idee e parole del passato purtroppo che il tempo spesso porta via o perlomeno appassisce. ma non la parola “amici” perchè da lì nacque un’amicizia…suonarono ancora per noi nella nostra serata più importante “il Festival di Saremo” dove tutto ebbe inizio all’Ex-Ansaldo, poi in Salumeria della Musica, al 75 Beat e al Milano Film Festival. passo passo in ogni nostro pezzo di storia. furono anche a Diz Festival, nostra croce e delizia. tutto questo perchè sanno mischiare classe e ritmo, divertimento e presenza sul palco. una signora band.

ci conoscemmo il 23 novembre del 2012 e oggi è il 20 dicembre 2018. son passati più di 6 anni, ci son state tante altre band, concerti, amicizie, figli e bevute insieme. sapere che un gruppo con cui hai condiviso la strada tante volte si scioglie è sempre un dispiacere, è una fine anche se spesso può voler dire altro. anche rinascita. dedichiamo queste righe ai Mamavegas ma potremmo dedicarle anche a molti altri amici che non suonano più o lo fanno separatamente. allora…buona strada a voi sperando di incrociare di nuovo i nostri cammini.